Scup: Spazio aperto di riqualificazione

ScupPresso Scup, il centro sociale autogestito di via della Stazione Tuscolana 84 a Roma, domenica 22 gennaio 2017 dalle ore 14:30 alle ore 19:30 avrà luogo un pomeriggio aperto di partecipazione, un incontro pubblico dove condividere idee, sogni, proposte

per la riqualificazione del territorio attraverso il metodo dell’open space technology facciamo rete, condividiamo progetti, costruiamo alternative.

L’open space technology (tecnologia dello spazio aperto di discussione) è uno strumento che consente a qualsiasi gruppo di persone, in qualsiasi tipo di organizzazione, di rendere incontri e riunioni di lavoro particolarmente interessanti e produttive.

I partecipanti propongono e gestiscono in completa autonomia il programma di lavoro, organizzando sessioni parallele di gruppo, focalizzando la discussione su un argomento di importanza strategica.

Dopo una breve sessione di conoscenza reciproca, ogni partecipante può proporre una o più tematiche di discussione e dare il via a un gruppo di lavoro. I partecipanti partecipano alle sessioni dei gruppi di lavoro in modo autogestito. In ogni gruppo di lavoro verrà individuato un segretario/a che prenderà appunti di quanto discusso durante la riunione e che verrà riportato nel report.

L’attività termina con una sessione plenaria in cui condividere i principali punti emersi nei gruppi di discussione.

Un ulteriore passo nel processo metodologico cooperativo è quello di stabilire in base a quanto emerso dai gruppi di lavoro, l’ordine di priorità delle proposte e di inserirle in un Piano d’azione identificando tempi, scadenze e chi intende contribuire alla realizzazione degli obiettivi comuni.

L’intero percorso prevede quattro incontri.

– Promuovere la partecipazione attiva e il senso consapevolezza nei partecipanti rispetto ai bisogni e alle priorità del territorio;

– Favorire la conoscenza reciproca, l’empatia e la creazione di reti fra persone per promuovere il mutuo aiuto e l’inclusione sociale;

– Promuovere l’attivismo politico come mezzo per imparare insieme e imparare a vivere insieme nel rispetto reciproco;

– Condividere una visione di riqualificazione del territorio che parta da un approccio orizzontale e democratico alla vita politica, attraverso un processo di partecipazione dal basso.

Possono partecipare associazioni, comitati, realtà attive sul territorio, chiunque abbia voglia di mettersi in gioco per immaginare e costruire un quartiere diverso, migliore, più adatto alle esigenze di chi lo vive.

Data la struttura e l’articolazione della giornata è fortemente consigliata la partecipazione all’intera sessione di attività (dalle 14.30 alle 19.30).

Oltre alla giornata del 22 gennaio, percorso complessivo di progettazione condivisa prevede altri tre incontri tra gennaio e marzo 2017.

Per le iscrizioni: [email protected]

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.