Santa Corce in Gerusalemme, elemosiniere del Papa riattacca la corrente nel palazzo occupato

Il cardinale elemosiniere Konrad Krajewski, ‘braccio’ caritativo del Papa che interviene nei casi di disagio a Roma e non solo, ha riattivato la luce elettrica a SpinTime, nel palazzo occupato in via Santa Croce in Gerusalemme 55, al buio e senza acqua calda da giovedì 6 maggio. La società di fornitura di energia, Hera, ha infatti staccato la corrente per morosità. Il debito accumulato dal 2013, anno di inizio dell’occupazione dell’ex sede Inpdap, ammonterebbe a oltre 300mila euro. La corrente è stata riattivata attorno alle 22 di ieri, sabato 11 maggio, ma immediatamente la società elettrica che gestisce l’infrastruttura si è accorta dell’anomalia ed è giunta sul posto scortata da alcune camionette della polizia. Gli occupanti, al grido di “senza luce non si vive”, hanno presidiato in massa la cabina elettrica fino alle 3 di notte circa, quando le forze dell’ordine hanno abbandonato lo stabile

Lo stabile di Via di Santa Croce è stato occupato il 12 ottobre 2013 dal movimento ‘Action’ a scopo abitativo. Dentro il palazzo ci sono anche un’osteria, un laboratorio di birra artigianale, una falegnameria, una sala prove e “un punto di approdo, aperto a tutti, attento ai giovani, agli ultimi e ai più bisognosi”, spiegano gli occupanti. Secondo quanto si apprende, il Campidoglio non salderà le bollette della luce arretrate

(Fonte: Sky.it)
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.