Piazza Roselle: come snaturare un’ area in pochi mesi

Fino a poco più di un anno fa fa Piazza Roselle era riconosciuta come la piazza dallo storico pino centrale. Era l’ultimo esemplare, che resisteva allo smog e al traffico convulso particolarmente intenso in quel punto. Il Municipio sosteneva  che era malato, fattostà che, un taglio netto e via, cosi che anche  un altro pezzo storico del quartiere ci aveva abbandonati, cambiando la fisionomia dell’area.

Qualche mese fa, grazie all’opera di privati e negozianti della zona era stato adottato lo spazio verde dove capeggiava l’immenso pino. Sistemata l’aiuola, tagliata la sterpaglia, un piccolo angolo verde che cercava di ridare dignità alla piazza. Un pò di verde in mezzo al traffico? Non sia mai! E così il Municipio torna alla carica. Come possiamo fare per rendere questa piazza ancora più brutta?, Si sono chiesti gli Illuminati dell’ amministrazione. “Abbattiamo l’aiuola e costruiamone una nuova ma senza quelle orribili piante, facciamola tutta di cemento”. Purtroppo l’amministrazione non ce la fa a dare letture complesse. Guarda il dito e mai la luna… e cosi si è perso un ulteriore segno di identità.

Ecco il risultato finale. Una piazza snaturata,  alla faccia dell’anima ” Green” dell’ Amministrazione e di tutti noi.

   

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.