Villa Fiorelli si allungano i tempi per la riapertura

immLa recinzione è pericolante, Villa Fiorelli resta chiusa. E cosi i tempi per la riapertura Fiorelli, rischiano di allungarsi: «C’è già una gara in fase di assegnazione – spiega Antonello Mori, direttore del Servizio Giardini – ma, prima di poterla aggiudicare, servono almeno 30 giorni per il certificato antimafia e i controlli dell’Agenzia delle Entrate». Due le ipotesi di intervento. Una radicale: abbattere e ricostruire l’intera recinzione. L’altra, meno onerosa: rafforzare la struttura pericolante con bretelle metalliche. Rimane l’incognita dei fondi: «La riqualificazione – sottolinea Mori – rientrava in un appalto unico, poi spacchettato, bloccato dall’inchiesta Mafia Capitale». Nel frattempo, nel bilancio 2016 il progetto è stato definanziato. I tagli coinvolgono anche altre aree verdi: budget azzerato per Villa Pamphilj, ridotto per Villa Borghese. Per il parco dell’Appio-Latino la soluzione potrebbe arrivare dall’assessorato ai Lavori pubblici: «Hanno già un appalto attivo – rivela il direttore del Servizio Giardini – e potrebbero stanziare 15-20 mila euro»

 
 
 
 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.