Via Tuscolana riconsegnata ai cittadini; spostate le bancarelle degli ambulanti

s-l1600 (1)

Sarà la campagna elettorale incombente, sarà la forte pressione mediatica, comunque la si voglia mettere,  sta di fatto che oggi,  dopo 18 mesi  su una parte di Via Tuscolana i “mutandari” non ci sono più e la strada appare irriconoscibile tanto è più larga e spaziosa. Si vedono di nuovo le vetrine dei negozi e i pedoni non sono costretti a fare lo slalom tra bancarelle di slip e abbigliamento vario a prezzi stracciati. La reazione degli ambulanti non si è fatta attendere, scontri con le forze dell’ordine e minaccia di ritorsioni contro quello che considerano un provvedimento punitivo ma ad oggi la via è di nuovo libera da bancarelle e ombrelloni vari. Scrive Monica Lozzi Presidente del Municipio:

Questa per il nostro Municipio è senza alcun dubbio una giornata storica.
La delocalizzazione degli ambulanti di Via Tuscolana è un fatto senza precedenti, una decisione maturata e attuata per difendere il decoro, la sicurezza e il libero transito dei pedoni, soprattutto dei più svantaggiati. E su questa decisione non si torna indietro. Ciò non toglie che una buona Amministrazione non possa continuare il dialogo con tutte le parti in causa, con l’obiettivo di migliorare la propria azione e cercare di coinvolgere tutti gli attori in campo. Per questo, stamattina, si è svolto un tavolo di confronto con una delegazione degli ambulanti, tavolo che si riproporrà venerdì prossimo. Fermo restando l’attuale ubicazione degli stalli nel luogo e nella posizione da noi individuati – lo square pedonale di Viale Tito Labieno – e i successivi atti volti al miglioramento del carico-scarico merci e all’ampliamento del numero dei posteggi a vantaggio dei residenti, abbiamo assicurato apertura per l’individuazione di altre aree – per alcuni stalli – in zone suggerite anche dagli stessi ambulanti.
Siamo pronti ad ascoltare tutti, ma restiamo dell’idea di aver fatto la scelta giusta. La delocalizzazione da Via Tuscolana è ormai realtà.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.