Via Nocera Umbra: rubate le recinzioni delle rose installate dai volontari

In via Nocera Umbra, da qualche anno, con il viale in totale stato di abbandono e le erbacce alte più di un metro si è creato un gruppo di volontari (Extreme Makeover), residenti della zona, per contrastare il totale degrado dell’area. Sfalcio dell’erba, manutenzione panchine, pianti ornamentali e grazie al sostegno economico dei cittadini è stata montata anche una recinzione in legno a protezione delle rose. Ormai funziona cosi, volontari in sostituzione del Servizio Giardini completamente assente in tutta la Capitale. Ma al peggio non c’e’ mai fine e cosi giovedì sera qualche balordo, come denuncia il gruppo Extreme Makeover sulla loro pagina fb, ha rubato le recinzioni che proteggevano delle piante di rose che da un paio di anni fioriscono in questo periodo rallegrando il viale. Un atto incivile, di totale disprezzo nei confronti degli abitanti del quartiere e di chi si adopera per mantenere il viale alberato fruibile, ordinato e pulito. Un gesto ancora più grave, secondo i volontari, perché fatto intenzionalmente, dato che per portare via la recinzione hanno dovuto usare certamente un’auto o un furgone. Avere una città più evoluta, e un senso civico più spiccato sembra ancora un traguardo piuttosto lontano.

(Foto gruppo fb Extreme Makeover via Nocera Umbra)
   

Share

2 risposte a Via Nocera Umbra: rubate le recinzioni delle rose installate dai volontari

  1. Claudio- s.giovanni scrive:

    Che articolo di merda, amche se swte un giornaletto, dovreste informare e invece sfruttate i problemi per la solita macchina del fango.

    • appiohblog scrive:

      Salve Cluadio, non capiamo la sua polemica visto che è un fatto accaduto realmente e riportato sulla pagina ufficiale dei volontari di via Nocera Umbra. La sensibilizzazione all’educazione civica dovrebbe essere il dovere di qualsiasi testata giornalistica, per far crescere ai cittadini un senso di appartenenza e di attaccamento al territorio in cui vive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.