Via Gallia: parrocchiano si invaghisce del sacerdote e lo perseguita

Si era invaghito del suo parroco, tra i banchi di una chiesa, sbocciato di domenica in domenica e mai corrisposto dal diretto interessato. Una passione nutrita da un parrocchiano che presto si è trasformata in altro e ha riservato al prelato attenzioni morbose, telefonate a qualsiasi ora, appostamenti e minacce. Centinaia di chiamate, appostamenti, irruzioni improvvise in sacrestia. Tutto ciò vissuto dal sacerdote della Chiesa della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo, in via Gallia, diventato l’ossessione di un fedele assiduo frequentatore della parrocchia.  Tutto è iniziato nel 2021. Il fedele G.L. sembrava un parrocchiano esemplare: partecipava a ogni funzione, raduno ed evento organizzato dalla curia. Evidentemente non tanto per devozione a Dio, quanto per stare vicino al sacerdote, a cui dopo un po’ di tempo ha rivelato i suoi sentimenti. Inutili i tentativi della vittima di dissuadere il fedele dai suoi propositi d’amore. Solo una denuncia e l’intervento della procura di Roma hanno posto fine all’incubo vissuto dal prete. Un’ordinanza del tribunale di Roma adesso mette il sacerdote al sicuro dalle insistenze del suo stalker, che in attesa del processo non potrà avvicinarsi a lui, dunque anche alla chiesa dove il prete celebra le sue funzioni religiose.

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.