Via Appia Antica, si staccano stucchi della Chiesa Domine Quo Vadis

quo vadis

Qualche attimo di paura e soprattutto diversi disagi al traffico sulla via Appia Antica. Nel primo pomeriggio infatti si è distaccata una porzione di stucchi ornamentali e fregi dalla facciata della Chiesa della Domine Quo Vadis, che si trova tra la storica strada che collegava Roma a Brindisi e risalente al III secolo avanti Cristo, e la via Ardeatina. Lo hanno riferito i Vigili del Fuoco, che sono intervenuti sul posto con due squadre e l’autoscala. Non si registrano feriti, ma ci sono stati diversi disagi al traffico lungo la strada.

La chiesa, conosciuta anche come Chiesa Santa Maria in Palmis, risale al XVII secolo, quando fu costruita su una chiesetta a sua volta risalente al IX secolo. La chiesa fu eretto sul luogo dove, si racconta, l’Apostolo Pietro avrebbe visto in visione Gesù, chiedendogli appunto in latino “Domine, quo vadis?” (“Signore, dove vai?”), ricevendo come risposta “Eo Romam iterum crucifigi” (“Vengo a Roma a farmi crocifiggere di nuovo”). La particolarità del luogo è rappresentata anche dalla presenza di una piccola lastra di marmo al centro della chiesa, dove si trovano,due impronte di piedi, che sarebbero le impronte lasciate da Gesù. Tuttavia, appare certo che si tratti in realtà di un ex voto pagano per il dio Redicolo, offerte da un viaggiatore prima di partire per garantirsi il buon esito di un viaggio.

 
 
 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.