Sindaca Raggi, bene fermare la Metro C al Colosseo…

RaggiQuanto finora sia costata di preciso la metropolitana linea C di Roma non è un calcolo semplice. C’è chi parla di oltre cinque miliardi di euro. Una montagna di soldi tale con cui si sarebbe potuto garantire la manutenzione di mezza città. Si dirà: ragionando così non ci sarà mai innovazione. Ma siamo convinti che sarebbe bastato ammodernare la linea – già esistente – del tram-trenino tra Termini e Pantano per risolvere il problema del collegamento tra la zona Est di Roma e il Centro. Tra l’altro risparmiando tanti danni a palazzi e al verde (si pensi ai giardini di via Sannio, anzi, agli ex giardini o a quelli di piazzale Ipponio).

E’ vero, la metro C, nonostante tutto, è uno strumento a disposizione dei romani. Moderno e funzionale. Eppure, tralasciando i gravi ritardi (la stazione San Giovanni, non dimentichiamocelo, deve essere ancora inaugurata), l’opera è riuscita a metà: il numero degli utenti continua ad essere al di sotto delle aspettative, anche perché da molte aree degradate toccate dalla metropolitana si preferisce prendere un autobus, ad esempio il “50”, e non pagare il biglietto anziché dover pagare per forza in metro; l’altro aspetto è lo sconvolgimento del progetto iniziale, secondo il quale la metro C avrebbe dovuto collegare Roma Est con Roma Nord-Ovest (Vigna Clara?), mentre siamo fermi a San Giovanni e – non si sa quando – si dovrebbe arrivare al Colosseo.

Il vero problema, come hanno accertato le immancabili inchieste, è che ogni grande opera in Italia diventa il solito magna-magna per qualcuno. Anzi, per i soliti noti. E allora bene farebbero i Cinque Stelle al governo della città a dare una stretta a questo sperpero, come coraggiosamente hanno fatto con il No alle Olimpiadi.

“Sono qui a rassicurare tutti che il M5S intende proseguire l’attività di costruzione della linea metro C fino ai Fori, Colosseo – ha detto oggi la sindaca Virginia Raggi in Aula Giulio Cesare durante il consiglio su Roma Metropolitane specificando che il Campidoglio non ricapitalizzerà. “Lo abbiamo sempre detto e non ci rimangiamo quel che abbiamo detto. E dal Colosseo in poi si ragionerà. Noi non ce la sentiamo di poter avallare ancora una volta questo vergognoso sperpero di denaro pubblico – ha ancora detto.

Sarebbe ora di razionalizzazione davvero la spesa attraverso microprogetti utili anziché le cattedrali del deserto tipo la Nuvola dell’Eur.

 

(G.C.)
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.