Re di Roma, cena col sonnifero poi stupra i 3 turisti (uno minorenne)

Ha ospitato tre turisti tedeschi in un appartamento nei pressi di Piazza Re di Roma con il servizio di scambio di ospitalità. Ma dietro a quella apparente cordialità si nascondeva uno stupratore seriale. Ha prima narcotizzato i tre turisti tedeschi, due appena maggiorenni e l’altro ancora minorenne, e poi – una volta storditi – li ha violentati mentre dormivano. Una vacanza che si è trasformata presto in incubo. I 3 giovani turisti tedeschi di cui uno minorenne, due giorni fa arrivano a Roma, entusiasti. L’uomo li riceve con cortesia, fa visitare loro la camera dove dormiranno, poi si danno appuntamento per cena. I tre vanno a fare i turisti. Lui va al supermercato. Alle otto si ritrovano intorno al tavolo. I ragazzi guardano cosa ha cucinato il proprietario e rimangono con gli occhi sbarrati: carbonara, uno dei piatti tipici romani. Il 39enne ha anche preparato qualche cocktail da sorseggiare prima di sedersi. Quello che però i tre giovani non possono sapere è che l’indagato ha mescolato nel cibo e negli alcolici del sonnifero. Infatti, terminata la cena, i tre giovani hanno gli occhi pesanti, fanno fatica a stare in piedi e corrono a dormire. Pensano che la stanchezza sia dovuta alle visite nel centro storico e al viaggio. Appena si stendono sui letti, crollano per il sonno. L’uomo aspetta che i tre dormano, poi entra nella camera e li spoglia. Qualcosa però va storto nei piani del proprietario della casa: l’effetto del sonnifero è inferiore alle sue attese e uno dei tre si sveglia prima del previsto. Seppure intontito, capisce di essere stato molestato e chiama i carabinieri: il padrone di casa finisce in manette.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.