Parco dell’ Appia Antica: I luoghi delle storie

parco appia antica

Il Parco Regionale dell’Appia Antica e Italia Nostra Roma promuovono due giorni di confronto, a carattere auto formativo, per porre l’ accento sull’importanza di avere una scuola inclusiva, capace di rimuovere gli ostacoli che si frappongono all’integrazione e all’apprendimento, riconoscendo le diversità e prendendosi cura delle differenze. Un incontro che prevede la realizzazione di brevi percorsi formativi volti alla crescita di una nuova responsabilità collettiva e di una maggior attenzione per l’ambiente. Crediamo che sia utile stimolare quanti lo desiderino attivando progetti che: favoriscano il dialogo e la discussione collettiva; promuovano l’osservazione, il confronto e la successiva verifica collettiva; promuovano il rispetto delle regole; favoriscano il rispetto per la bio/diversità –diversità; Studino le proposte didattiche e di ricerca elaborate e portate avanti in aree ad alto rischio sociale. Occorre far emergere con forza la necessità di mettere in atto una strategia condivisa di azioni dentro e fuori la scuola, capace di contrapporsi alla disgregazione sociale in atto. Per far ciò occorre fornire strumenti atti a rinforzare e valorizzare la capacità individuale del soggetto e promuovere azioni adeguate al fine di trasformare la capacità individuale in forza e sapere collettivo.

SABATO 3 DICEMBRE

Ore 9.30 Saluti
Alma Rossi, Direttore Parco Regionale Appia Antica
Vito Consoli, Direttore Ambiente e Sistemi Naturali Regione Lazio

Ore 9. 45
Progetti e proposte

“La campagna didattica. l’Appia cantiere aperto sui colori della Storia”
Sandra Giuliani Assessore alla Scuola e alla Cultura dell’VIII Municipio Roma capitale
Annalisa Cipriani, responsabile settore Educazione al Patrimonio Italia Nostra Roma e Lazio

“L’identità ritrovata di un paesaggio urbano, il quartiere di Torpignattara e l’Ecomuseo Casilino”
Alessandra Broccolini Università La sapienza Roma

“La narrazione come strumento didattico”
Anna Marone Ist. Pisacane

“Gli orizzonti del possibile – bambini e ragazzi alla ricerca dello spazio perduto”
Giulio Cederna presenta L’Atlante di Save the children

“La mediazione culturale attraverso il teatro”
Adele Caprio – Ass. Le nuvole Yoga

“Narrare la scienza”
Umberto Pessolano direttore del museo del fiume di nazzano

Ore 11.30 Pausa caffè

“L’importanza dei gemellaggi didattici, un progetto da costruire insieme ”
Uiki Onlus

Intervento del CEMEA del Mezzoggiorno

Conclusioni e interventi dei partecipanti
Annalisa Cipriani Italia Nostra Roma
Pasquale Grella, Educatore Ambientale Parco Regionale Appia Antica

DOMENICA 4 DICEMBRE

Ore 9.30 apertura lavori

“Narrare l’ambiente”
Pasquale Grella, Educatore Ambientale, Parco Regionale Appia Antica

“La scuola come luogo delle storie”
Ins. Pierangela Frau, Redazione Asini – Roma

Narrare la scienza e il territorio Fabio Maialetti, Casa del Giardinaggio del Comune di Roma. Associazione ScienzaImpresa, Università di Tor Vergata Comitato per il Parco della Caffarella, Federtrek

“La narrazione come dialogo con i ragazzi”
Ambra Pastore e Federica Bicchieraro con il laboratorio “Nati per leggere”

L’importanza del teatro in classe
Lucia Pasculli

“Suono, Immagine e Didattica”
Antonio Buldini, docente liceo Artristico “G.C.Argan” Roma
Norma Santi di ArteBosco
Else Serigrafia

Conclusioni
Annalisa Cipriani,
Annarita Marino,
Norma Santi,
Pasquale Grella.

PER INFO: [email protected]it o 065126314

 
 
 
 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.