Municipio VII: la morte annunciata dello sport nelle scuole

1 2

La morte annunciata dello sport nel settimo municipio purtroppo si è consumata qualche giorno fa. La D.D. dell’ 11 settembre prevede la proroga del servizio sportivo solo fino a dicembre ed esclusivamente per 28 palestre. Poi fino a giugno nessun servizio e per altre 19 palestre non ci sarà neanche la proroga. Sono state ritenute inidonee ad accogliere attività extrascolastiche. E proprio per questo valido motivo che i rappresentanti delle Associazioni Sportive dilettantistiche del VII  qualche giorno fa hanno manifestato pacificamente e fatto osservare che ad oggi, con l’inizio dell’anno scolastico, non si potra’ iniziare l’attività pomeridiana nelle scuole del Municipio a causa di varie ” incomprensioni ” e “ritardi burocratici”. A rimetterci saranno ovviamente i bambini e le famiglie che per fare attività saranno costrette a rivolgersi ai privati, a prezzi notevolmente superiori, o a non fare attività sportiva. 

Schierati a difesa delle Associazioni Maurizio Politi, capogruppo della Lega in Assemblea Capitolina, Flavia Cerquoni, capogruppo della Lega in Municipio 7, Marco Palumbo presidente della commissione Trasparenza di Roma Capitale, ed Erica Battaglia, delegata all’assemblea romana del Pd che in una nota fanno sapere:

“I nuovi bandi emessi per esempio dal Municipio di piazza di Cinecitta’ per lo sport pomeridiano nelle palestre scolastiche non solo prevedono offerte al rialzo da parte degli operatori a danno delle societa’ sportive con meno liquidita’ a disposizione, ma obbligano le stesse a farsi carico di manutenzioni per importi fino a 50mila euro. Pena, l’impossibilita’ di utilizzarle”. Teniamo conto che si tratta di una percentuale alta di palestre disponibili, che rimarrebbero aperte per gli studenti la mattina ma chiuse per lo sport di base nel pomeriggio- proseguono Palumbo e Battaglia- Come se la sicurezza delle palestre non fosse un tema che riguarda anche gli studenti. Si riapra una discussione cittadina e si ascolti la protesta delle associazioni del Municipio VII. Lo sport ha un funzione sociale di inclusione e partecipazione, importantissima nelle periferie. Evitiamo di privare giovani, famiglie e operatori di servizi e lavoro”.

Speriamo che la situazione si risolva al più presto. Questo è comunque un inizio di un percorso per riaffermare, laddove ce ne fosse bisogno, che lo sport non è un privilegio di pochi ma un diritto di tutti !

  

Una risposta a Municipio VII: la morte annunciata dello sport nelle scuole

  1. Giacomo scrive:

    Fake. La proroga serve ad avere il tempo per fare i bandi, che partiranno a gennaio 2019. Quindi non è morto proprio niente,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.