Le “grotte di sale” di via Nocera Umbra

GrottadisaleSi chiama “Salbea” ed è un percorso di grotte di sale, a scopi terapeutici, ubicato in via Nocera Umbra 94 e che nel 2009 ha ottenuto i finanziamenti Invitalia come il progetto più innovativo dell’anno.
A promuovere questo originale e proficua idea imprenditoriale sono state due dinamiche donne polacche.
La prima, Beatrice, ha vissuto a Jaroslaw, duecento chilometri a sudest di Cracovia, fino a 26 anni. Dall’aprile 1992 è in Italia, dove ha approfondito gli studi, innanzitutto della lingua italiana, e si è messa a lavorare sodo per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi, fino a convogliare tutte le sue energie nel progetto “Salbea”.
L’altra promotrice, Tamara, è una ragazza polacca di 26 anni che vive nel nostro Paese da quando ne aveva tre. Dice di essersi ambientata così bene in Italia che il “romanaccio” è diventato la sua terza lingua. Rientra spesso in Polonia, dove si gode le bellezze del paese nordico, scoprendone anche le famose grotte di sale, luoghi unici e spettacolari, grazie ai quali può davvero staccare la spina.
Proprio il legame con queste grotte caratterizzate da un colore arancio intenso e dal profumo salino spinge le donne a trasferire questo incanto nella città d’adozione. Il progetto è talmente accattivante che Invitalia, la società che distribuisce finanziamenti pubblici, premia l’idea nel 2009. E’ il suggello alla partenza.
Comincia un iter non proprio facile da un punto di vista burocratico, tra infinite richieste di permessi e tante incomprensioni.
Ma dopo il lungo e tortuoso percorso preparatorio, “Salbea” decolla e, nonostante il periodo di profonda crisi, riesce a remare controcorrente conquistandosi un’ampia clientela di tutte le fasce di età, compresi i bambini. Del resto la promozione dei benefici salutari diventa una sorta di tam-tam, specie in una città dove l’inquinamento è un problema costante.
Ecco allora la grotta di sale riprodotta a due passi dalla Tuscolana, una sorta di luogo magico, dove bianchi sali marini provenienti da luoghi lontani migliaia di chilometri irrorano l’acqua che scorre sulle cascate. L’illuminazione, ottenuta tramite cristalli di sale, colora le mura di tonalità che vanno dal bianco all’arancione fino al rosso. L’atmosfera, come sottolineano le promotrici, è ricca di ioni negativi, le più importanti vitamine dell’aria capaci di neutralizzare gli effetti dell’inquinamento elettromagnetico e quarantacinque minuti all’interno regalano gli effetti benefici dei microelementi salini paragonabili a quelli prodotti in tre giorni di mare in burrasca.
Nel dettaglio le pietre di sale sono provenienti da una vena mineraria himalayana, della regione del Kashmir e dalle miniere di Klodawa dichiarate patrimonio dell’Umanità. La grotta riproduce, in superficie, le miniere di sale formatesi circa 200 milioni di anni fa con un clima ricco di micro particelle di cloruro di sodio che hanno un ruolo curativo nei disturbi respiratori, tanto che gli operai delle miniere avevano una salute migliore della media della popolazione dell’epoca. Non a caso in Polonia queste miniere sono diventate stazioni climatiche.
Insomma, un toccasana per il benessere psicofisico.
“Lo stress dovuto alla vita frenetica in una grande città, lo smog, il traffico, il nervosismo, la mancanza di tempo da dedicare a se stessi e ai propri cari, questi ed altri motivi ci hanno spinto a creare un rifugio naturale per permettere agli utenti di riavvicinarsi ad un ambiente congeniale all’organismo umano, a godere dei benefici che la nostra natura ci ha sempre messo a disposizione – dichiarano le promotrici. “Salbea nasce con la grande voglia di fornire un servizio utile, che sia fonte di un sorriso e di una sensazione di benessere, offrendo la possibilità di depurare e rinforzare l’organismo umano. Per questo – concludono – abbiamo cercato di realizzare uno scenario fiabesco dove permettere di rilassarsi, lasciando libera la mente da stress e preoccupazioni, gustando i suoni ed i profumi della natura”.
Le grotte di sale rappresentano ormai una vera e propria realtà consolidata anche a Roma, dove molte palestre stanno attivando questo servizio. I benefici sulla salute dell’uomo sono conosciuti da secoli: già nell’antichità i medici consigliavano ai loro pazienti di soggiornare al mare per inalarne le sue proprietà benefiche ed ancora oggi i soggiorni nelle zone di mare e nelle località termali hanno a comune denominatore il clima ricco di salinità. Il medico polacco Felix Boczkowski, nel 1843, scoprì che “l’aria delle miniere di sale è ricca di particelle saline che sono il principale effetto curativo nei disturbi respiratori” tanto che gli operai impiegati nelle miniere di sale presentavano una salute migliore non solo dei colleghi che operavano in altre miniere, ma anche della media della popolazione dell’epoca.
Così, nel ventesimo secolo, e soprattutto in Polonia (paese con una grande tradizione di miniere di sale), sono iniziate a sorgere le prime stazioni climatiche all’interno delle miniere di sale ormai dismesse; venivano adibite al pubblico delle grotte di sale nelle quali i microelementi di iodio, potassio, calcio, magnesio, selenio, ecc presenti al loro interno potessero essere assorbiti dal corpo umano tramite l’apparato respiratorio con facilità, aiutando l’organismo stesso a ripristinare al suo interno la presenza di elementi indispensabili per la salute.
Il sale cristallino dell’Himalaya – assicurano le due donne polacche – presenta innumerevoli effetti benefici, dal riequilibrio del pH naturale cutaneo alla cura delle malattie della pelle, dall’antinvecchiamento alla lotta contro allergie, malattie respiratorie e da raffreddamento, ma anche aspetti positivi per l’igiene orale e dentale, malattie degli occhi, affezioni renali e disturbi femminili, disturbi della digestione, reumatici, gotta, artrite, artrosi, ansia, problemi di concentrazione, disturbi del sonno.
Ma i costi? La seduta singola va dai 16 ai 20 euro, con sconti per i carnet da cinque e dieci sedute. E’ previsto anche yoga in grotta.
Ogni seduta nella grotta di sale è della durata di 45 minuti. L’ingresso è gratuito per i bambini fino a 4 anni accompagnati da un adulto (massimo di due bambini per adulto).
“Salbea” mette a disposizione l’esperienza maturata durante il percorso, iniziato nel 2007, per chi volesse costruire una grotta di sale nella propria attività, ad esempio spa, hotel, palestre, centri termali, ristoranti, biblioteche, scuole. O anche a possessori di locali o superfici libere inutilizzate (di almeno 30 metri quadrati), che vogliano arricchire i servizi offerti ai propri clienti, che decidano di intraprendere una nuova attività o che semplicemente vogliono dotarsi di un oasi naturale nella propria abitazione.
In questo caso “Salbea” pensa a tutto, a partire dal progetto, all’allestimento della grotta, sino ad arrivare all’approvvigionamento dei materiali, prima e dopo la costruzione della stessa. Ogni singolo particolare è frutto del lavoro decennale ed ogni grotta è unica nel suo genere, creata secondo le specifiche richieste ed esigenze del committente, indirizzate ad accontentare i bisogni e le necessità dei suoi futuri clienti. La grotta viene consegnata completa e funzionante in un periodo che varia tra le 3 e le 5 settimane dall’avvio dei lavori.
Le pareti della grotta di sale sono ricoperte da pietre estratte dalle miniere di sale, per un peso complessivo che varia dalle 10 alle 12 tonnellate, a seconda delle dimensioni della grotta. Il soffitto è realizzato in cartongesso rivestito di sale naturale e modellato a forma di stalattiti per ricreare una scenografia importante. Sul pavimento si trova salgemma e sale marino di varie dimensioni. All’interno della grotta sono installati impianti di condizionamento e di ventilazione a norma di legge; tali apparati garantiscono un’adeguata ventilazione d’aria, tasso di umidità e temperatura, fattori importanti per la realizzazione del microclima benefico, più concentrato di quello marino. Ogni grotta è dotata di bocchette di aerazione perfettamente integrate nella struttura e non visibili se non ad un occhio esperto. Le porte di ingresso sono isolate acusticamente e possono essere realizzate in stili diversi. Una componente importante per la creazione dell’atmosfera suggestiva è la realizzazione di almeno 10 diversi punti luce. In ogni grotta sono presenti “Torri” realizzate in legno e cascate in pietra su cui scorre acqua madre, riciclata attraverso l’uso di pompe. A richiesta del cliente possono essere installati anche ionizzatori artificiali, impianti audio e per la video sorveglianza.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.