Il “disastro” via Taranto: ma chi è il progettista?

Riduzione dei parcheggi, aumento del traffico, un semaforo che impone un’attesa di due minuti e mezzo, letteralmente 2 minuti e 30 secondi e l’autobus 85 che non passa più per l’ultimo tratto di via Taranto, ma fa un giro enorme transitando per via Aosta, piazza dei Re di Roma e via Appia Nuova.

E’ il nuovo volto di via Taranto, frutto dello stravolgimento del traffico a San Giovanni che trasforma, di fatto, via Taranto e via La Spezia in autostrade cittadine a senso unico e via Monza in una strada invivibile, a cominciare dalla scomparsa dell’attraversamento (sarebbero ora necessarie strisce pedonali supersegnalate a metà strada). Tutto ciò in un quartiere di persone anziane.

La novità, in partenza da oggi, sta già sollevando continue proteste, tanto che gli operai al lavoro rispondono che loro non c’entrano nulla. A pesare è soprattutto il nuovo criterio semaforico tra via Aosta, via Monza e via Taranto, dove è stato cancellato l’attraversamento di via Monza. E’ un punto importante per mole di flussi, importante soprattutto per le persone anziane dal momento che sono coinvolte – nei quattro spigoli – una chiesa, una farmacia, una banca e una rosticceria (Papero Giallo). Ora gli anziani sono costretti ad attendere anche due minuti e mezzo per impegnare l’incrocio, tra l’altro promiscuo con le biciclette, tanto per peggiorare le cose.

Nonostante la nuova pista ciclabile in via Taranto, anche per i ciclisti tanti mal di pancia. Infatti la pista s’interrompe proprio in quell’incrocio e gli stessi ciclisti sono costretti ad attraversare con i pedoni, attendendo anche loro fino ai due minuti e mezzo.

Insomma, se via Taranto è stata sempre una strada tranquilla, con poco traffico e tanti parcheggi, oggi è un “disastro”, privata dell’unica linea di autobus, di moltissimi parcheggi e di un senso di marcia per i veicoli: chi proviene da via Monza è ora costretto a proseguire per via Aosta e piazza dei Re di Roma.

Ma il caos è soltanto all’inizio: non appena anche via La Spezia diventerà a senso unico, ne vedremo delle belle…

Ma chi è il progettista, si domandano in molti?

 

Le corsie di via Taranto “dimezzate” per far posto ad un tratto di pista ciclabile (che s’interrompe a via Monza). Ora la strada è a senso unico e assorbirà presto tutto il traffico di via La Spezia verso la tangenziale…

L’incredibile semaforo di via Monza-via Taranto-via Aosta con attese di due minuti e mezzo. La foto dimostra come la gente, pur di non aspettare, continuerà ad attraversare via Monza, pur con l’attraversamento cancellato: prevedibile qualche tragedia…

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.