Graziani, dalla bottega di via Orvieto a 21 punti vendita Ipertriscount

immagine
Tutto ha inizio nel 1962 in una bottega norcina su via Orvieto, a San Giovanni. Era la “Salsamenteria gps”, aperta da Graziano Graziani. Nel 1980 nasce il Triscount, quando a Roma non esisteva neanche il discount, conquistando la clientela e poi cinque anni dopo arriva Ipercarni, il primo in via Ferri alla Romanina. Nel 2003 apre il primo Ipertriscount su via Salaria e a seguire gli altri quattro tra cui, il più grande, nel Centro commerciale Unico di via Don Primo Mazzolari. Oltre 50 anni di storia, dunque, in cui sono nate e cresciute due generazioni di una famiglia che con il tempo si è allargata dedicandosi all’azienda.

«La nostra regola fondamentale – spiega Bino Marani, uno dei fondatori – è assicurare al cliente qualità, prezzo e quantità. Non veniamo meno a questo impegno, è un patto con i clienti». E non è un caso allora che, ogni giorno, Ipertriscount e Ipercarni raccolgono qualcosa come 30mila scontrini nei loro punti vendita. Un fiume di famiglie che ogni giorno, a tavola, porta prodotti freschi. Tra cui molte specialità della tradizione norcina. In più di mezzo secolo infatti l’esperienza della salsamenteria, arrivata a Roma dietro quei banconi di via Orvieto, è diventata professionalità e dedizione. Un’azienda da circa mille dipendenti.
«Tutti i collaboratori di Ipertriscount – spiega uno dei soci, Alessandro Graziani – ricevono corsi di formazione mirati. Dalla Bocconi di Milano a corsi di aggiornamento per tutte le qualifiche. Solo nel centro carni di via Casilina, ci sono 100 macellai specializzati. Tutti i collaboratori, dai magazzinieri ai direttori, lavorano ogni giorno per soddisfare le esigenze dei clienti con competenza e servizio. E’ questa la forza del nostro gruppo».

Ipertriscount dal 1998 fa parte del Gruppo Romano Supermercati che a Roma rappresenta oltre il 25% del mercato. Un supermercato su 4, quindi, è Gros. Per poter raggiungere tutte le zone della Capitale. E allora ecco che con Ipertriscount anche i sapori di una volta, quelli dei norcini che dall’Umbria hanno conquistato Roma, possono arrivare in tavola, in tutte le cucine dei romani.

(fonte leggo.it)
 
 
 
 
 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.