Grab: la speranza di attraversare tutti i nostri parchi in bici

grab,bici

Il GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle Bici, è il progetto per la realizzazione di un anello ciclopedonale di oltre 44 chilometri che si sviluppa completamente all’interno della città di Roma. E’ un’infrastruttura leggera e ad alta redditività economica e culturale, una calamita per nuovi turismi, dai cicloviaggiatori agli amanti del trekking urbano, una via car freeper la mobilità interquartiere, il prologo dello sviluppo di una vera rete ciclabile metropolitana e di interventi diffusi di rigenerazione urbana. Il GRAB è la ciclovia urbana più affascinante del mondo e insieme un moderno Grand Tour, una lezione itinerante di storia: parte da Romolo e Remo e dalla millenaria magia della Regina Viarum – la via Appia Antica – e arriva alle architetture contemporanee di Zaha Hadid e di Renzo Piano e alla street art del Quadraro e di Torpignattara unendo tra loro Colosseo, San Pietro, Trastevere e il centro storico, la Galleria Borghese, l’Auditorium e tantissimi altri punti di interesse, attraversando parchi e inaspettati paesaggi bucolici (a 3.000 metri dal Foro Romano ci sono pastori e greggi di pecore!), costeggiando i fiumi Tevere, Aniene, Almone. Il percorso, tutto pianeggiante, si snoda principalmente lungo vie pedonali e ciclabili, ville storiche e argini fluviali (30,5 km, pari al 70% del tracciato). Altri 6 km interessano strade a bassissima intensità di traffico. Solo pochi chilometri del GRAB sono attualmente congestionati da un intenso flusso di veicoli motorizzati. Una volta ricuciti tra loro questi lunghi segmenti e assicurata la ciclopedonalizzazione della passeggiata archeologica tra Colosseo e Appia Antica, la Capitale e il Paese avranno un corridoio verde, una greenway unica e irriproducibile che trasmetterà nell’immaginario di chi abita a Roma e di chi la vive da turista l’idea che si tratta di una città easy, accogliente, sana, moderna. L’idea GRAB è frutto di un lavoro collettivo coordinato da VeloLove, che ha coinvolto cittadini, associazioni e istituzioni, prime fra tutte Legambiente, Touring Club Italiano, Rete Mobilità Nuova,Vivilitalia, Open House Roma, Parco Regionale dell’Appia Antica,Roma Natura.

Lungo il percorso si incontrano alcuni dei principali monumenti della capitale: quelle perle che la rendono la città più bella del mondo e a cui ormai passiamo vicino senza neanche accorgercene. Dal Colosseo a San Pietro, dalle Terme di Caracalla a Castel Sant’Angelo, dall’Appia Antica a Villa Borghese. Fino alle bellezze dei giorni nostri: dal Maxxi alla street art al Quadraro, dalla Gnam al Quartiere Coppedè. Arrivarci in bici ve le farà riscoprire in tutto il loro splendore! La novità di questo percorso è proprio il fatto che non si tratta di una pista ciclabile che va ad inserirsi in una realtà già esistente e si adatta a ciò che c’è già. In questo caso sarebbe un percorso dedicato, con interventi “leggeri”, ma importanti che lo renderebbero fruibile e sicuro esaltando la spettacolarità dei paesaggi e del patrimonio culturale, storico, architettonico, della città di Roma.

ll Grab è bellissimo. Potremmo circolare in bici, con i nostri bimbi , in tutta sicurezza attraversando la Caffarella, il parco degli Acquedotti, il parco di Tor Fiscale e l’Appia Anitca. E’ un modo per girare e godersi Roma in tranquillità. Per scoprire scorci di campagna incontaminata dentro la città. E’ un’occasione per immergersi nella natura e girare liberamente in bici.

 

 
 
 
 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.