Festa dei Popoli “rovinata” dalla pioggia

Sottotono da diversi anni, anche a causa dei problemi legati alla sicurezza pubblica, domenica 19 maggio 2019 in Piazza di San Giovanni in Laterano s’è rinnovato l’appuntamento con la Festa dei Popoli, giunta alla ventottesima edizione.

La manifestazione si rivolge a tutte le comunità immigrate presenti nella capitale per condividere insieme una giornata di festa all’insegna del dialogo e della cooperazione tra i popoli.

Il programma ha previsto la celebrazione di una messa nella Basilica di San Giovanni, seguita da un pranzo sul sagrato con la possibilità di degustare la cucina di circa 12 comunità diverse provenienti da tutte parti del mondo, quindi la rituale serie di esibizioni artistiche da parte delle diverse comunità e infine un concerto.

Purtroppo la forte pioggia ha ulteriormente ridimensionato l’appuntamento.

La Santa Messa, presieduta dal cardinale Pietro Parolin, ha visto nell’ordine l’esibizione del coro multietnico, della comunità malgascia, di quella bengalese, di quella slovacca, di quella camerunense, di quella congolese in lingua lingala, di quella brasiliana, di quella latino-americana, di quella filippina, di quella nigeriana, di quella siro-antiochena, di quella capoverdiana, di quella cinese, di quella etiope, di quella albanese, di quella ghanese, di quella eritrea, di quella egiziana, di quella srilankese, di quella ucraina greco-cattolica, di quella mauriziana, di quella romena di rito latino e di rito bizantino, di quella indiana di rito latino e di rito malabarese, di quella polacca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.