David il senzatetto di via Gallia sparito da Marsiglia

David il terzo da sinistra. Foto Corriere della Sera

Una storia a lieto fine, grazie al Corriere della Sera. Qualche giorno fa ha pubblicato una lettera di una lettrice che chiedeva aiuto e sostegno per un «ragazzo di origine straniera», in evidente difficoltà anche psicologica, accampato da mesi sul sagrato della chiesa Natività di Nostro Signore Gesù Cristo in via Gallia, nella zona di San Giovanni. La lettrice, prosegue il Corriere, raccontava che lei, come altri parrocchiani e altri abitanti, aiutavamo da tempo il ragazzo ma trovavano difficoltà (tra gli uffici del I Municipio e quelli della Asl di via Monza) per assicuragli un’assistenza più stabile e più umana. Dopo la pubblicazione della lettera, si sono mossi i volontari della Comunità di Sant’Egidio Appio Latino. E così i volontari sono riusciti a far ricoverare il ragazzo al reparto psichiatrico dell’ospedale san Giovanni e, con la Sos – Sala Operativa Sociale di Roma Capitale – sono cominciate le ricerche per stabilire la sua identità. Il ragazzo parla francese. E’ stato contattato il Consolato della Francia e così è stato scoperto il nome del giovane: si chiama David, è scomparso da più di due anni da Marsiglia dove amici e familiari lo cercavano disperatamente. Una storia a lieto fine a cui sono seguiti i ringraziamenti al giornale e a tutti gli operatori che si adoperati per aiutare il ragazzo.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.