Colli Albani, anche quest’anno libri scolastici nei cassonetti

Anche quest’anno  continua la moria dei libri scolastici invenduti gettati nei cassonetti a largo Colli Albani. Una scena straziante, per chi ha ancora a cuore i libri e la cultura.  Succede ogni giorno e ogni anno in questo periodo a Roma a ridosso dei mercati di compravendita dei testi scolastici usati. Ad esempio in quello di via dei Colli Albani, animato da una dozzina di commercianti ambulanti specializzati nel settore. “Alle radici del fenomeno c’è il continuo aggiornamento delle edizioni dei libri e dei dizionari scolastici , le famiglie si presentano al mercatino per provare a vendere i testi dello scorso anno, ma questi spesso sono già fuori commercio – continuano. “Per non portarsi dietro un peso amaramente senza valore commerciale, i più si disfano in questo modo non solo dei libri scolastici fuori commercio, ma anche di atlanti, vocabolari, testi greci e latini, persino di volumi classici della letteratura, compresi ‘I Promessi sposi’ o ‘La Divina commedia’ non più accettati dai docenti perché privi, ad esempio, del cd allegato con la nuova edizione”. Certo perchè guadagnare e speculare sulla cultura e talmente facile che le case editrici cambiano una o due parole su un testo scolastico e obbligano le famiglie a ricomprare lo stesso libro da un anno all’altro. Evviva la scuola.

(Foto Alessandro Gentile – gruppo fb Appio-latino-tuscolano)

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.