Chiude Sbanco di via Siria; Marco Pucciotti: “ci hanno lasciati soli”

Così inizia la lettera di addio di Marco Pucciotti, co-proprietario di Sbanco di via Siria, con cui annuncia la chiusura di una delle migliori pizzerie del quartiere aperta nel 2015:

Chiudo Sbanco. Chiudo perché in questa settimana di quarantena ci hanno lasciati soli, senza una guida e senza essere mai stati contattati da nessuno, soli a gestire la cosa con il solo buonsenso, senso civico e responsabilita’.
Chiudo perche’ non possiamo sostenere ogni settimana un decreto legge che limita il nostro lavoro, i nostri ragazzi e i nostri clienti.
Chiudo perche’ questo governo non mi appartiene e rappresenta piu’, e dopo 8 mesi non e’ piu’ accettabile che a pagarne le spese siano ancora una volta i nostri dipendenti e noi imprenditori.
Chiudo perche’ tanto la prossima settimana vista la gestione della pandemia saremo di nuovo in lockdown, quindi evito di buttare nuovamente decine di migliaia di euro di merci.
Chiudo perche non ho piu’ la forza di gestire da solo l’incompetenza altrui, sopratutto in assenza di aiuti concreti.
Chiudo perche’ io oggi non riesco piu’ a vedere un futuro per Sbanco, per i miei ragazzi e per questo paese.
Chiudo in attesa di tempi migliori, se mai arriveranno”.

Share

Una risposta a Chiude Sbanco di via Siria; Marco Pucciotti: “ci hanno lasciati soli”

  1. Anonimo scrive:

    Spiace sicuramente il vedere una attività imprenditoriale “gettare la spugna”, ma almeno, in questo caso, il proprietario può permettersi di aspettare tempi migliori, il che in questo momento è già moltissimo rispetto a quelli che devono rivolgersi alla Caritas per mangiare…Quanto poi alle limitazioni per i clienti, bè, credo che dover essere a casa dalle 23 alle 5 non sia ‘sta gran tragedia…possono sempre rimpinzarsi di Apericene, sprtiz, birre, pizzette, e quant’altro, fino a scoppiarrne anche entro le 23, non vi pare..la spesa sarebbe sempre quella, o no? Oltretutto il rientro al domicilio è garantito anche oltre le 23…qui il problema dov’è?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.