Appia, tentano di truffare la mamma di una poliziotta: arrestati

fari_001

Ancora truffe agli anziani con la tecnica del “finto incidente”. Ma stavolta nella rete di due truffatori campani è finità la madre di una poliziotta. La truffa, sulla falsa riga dell’ormai classica tecnica del parente fermato per un’incidente, era ben orchestrata e il telefonista aveva anche fornito un’utenza, a cui rispondeva un falso carabiniere per avvalorare il fatto. L’anziana, però, ha solo finto di assecondare l’interlocutore e, subito dopo, ha chiamato la figlia poliziotta.

L’investigatrice si è messa in contatto con i colleghi del commissariato Appio  che, in pochissimo tempo, hanno organizzato un servizio di appostamento sotto casa della vittima. L’attesa è stata breve, hanno visto un ragazzo, estraneo al condominio, entrare nel palazzo e lo hanno subito bloccato. L’intuizione si è rivelata esatta: l’uomo, 25 anni, aveva già citofonato alla mamma della poliziotta e si apprestava a salire in casa per concludere la truffa. Il giovane non era giunto a Roma da solo: poco lontano ad aspettarlo c’era il suo complice che gli investigatori, dopo una rapida indagine, hanno fermato sulla via Appia mentre aspettava in macchina il buon esito dell’imbroglio. Anche il complice, un 31enne campano, ha concluso la sua giornata in manette al commissariato Appio.
 
 
 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.