All’Appio i funerali, l’ultimo saluto a Pamela

IMG_2382Un piccolo corteo funebre nel suo quartiere Appio ha accompagnato l’ultimo viaggio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa a fine gennaio a Macerata e ritrovata a pezzi in due valigie. Davanti alla chiesa di Ognissanti di via Appia Nuova, lì dove Paolo VI il 7 marzo 1965 celebrò la prima messa in lingua italiana, s’è radunata una piccola folla. La cancellata davanti alla chiesa è piena di palloncini. Nel parcheggio antistante una cinquantina di fotografi e cineoperatori hanno piazzato la propria attrezzatura, ligi alle disposizioni imposte con un cartello sul divieto di effettuare riprese nel luogo di culto.

Intorno alle 10 e 30, tra tanta commozione e solidarietà, la bara bianca, a cui erano legati due palloncini, uno bianco e l’altro rosa (colore preferito dalla ragazza), è stata portata in chiesa, dove s’è subito creata una fila per firmare il registro posto prima della navata di sinistra. Dietro al carro funebre c’era la mamma Alessandra Verni con un mazzo di rose rosse. La donna ha ricevuto centinaia di abbracci. Numerosi gli striscioni esposti sui parapedonali di via Appia Nuova dagli amici e dai compagni di scuola della quinta B.

In chiesa il feretro bianco di Pamela è stato posto su un letto di rose rosse attorniato da mazzi e da corone di fiori, tra cui quella inviata da Virginia Raggi. La sindaca di Roma ha anche dichiarato per la giornata il lutto cittadino (lo stesso ha fatto il sindaco di Macerata). Tra le corone presenti, anche quella di nonna Giovanna, dei professori e di Luca Traini, l’uomo che per ’vendicare’ la ragazza qualche giorno dopo il ritrovamento dei poveri resti decise di sparare all’impazzata a Macerata contro alcuni migranti.

Alcune persone in chiesa hanno indossato magliette con il volto della ragazza con sopra una corona e la scritta “Da qui non ti potrà portare via nessuno”. Anche la mamma e il papà di Pamela hanno indossato la maglietta con il volto della figlia, un po’ il simbolo della giornata.

“Lotteremo fino in fondo affinché questa ragazza di 18 anni, questa bambina uccisa con delle coltellate, fatta a pezzi e messa in due trolley trovi giustizia – è stato il primo commento dello zio Marco Valerio Verni, nonché legale della famiglia, davanti alla chiesa. “Lo faremo per lei, per la sua famiglia e per tutto il mondo civile perché questa è la battaglia di tutto il mondo civile contro quello della barbarie”.

Presenti ai funerali anche la sindaca di Roma Raggi – che si è stretta in un lungo abbraccio con la mamma Alessandra – e il sindaco di Macerata Romano Carancini, con una delegazione del comune. Anche la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha partecipato alle esequie. Presente anche l’ex consigliere Fabrizio Santori.

Intorno alle undici nel cielo sopra Ognissanti ha volteggiato un elicottero della Polizia di Stato. A piazza Re di Roma gli amici di Pamela hanno colorato di rosso una panchina e realizzato disegni sugli sfiatatoi della metropolitana, tra cui alcuni uccelli in volo.

IMG_2386

Pamela4

IMG_2385

IMG_2384

IMG_2383

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.