Appio Tuscolano: “la grande Monnezza”

2 imm2 5 4 3 2

Cumuli di rifiuti in tutto il nostro Municipio,  in conseguenza dello sciopero degli operatori dell’Ama. Proteste e disagi soprattutto dove l’immondizia ha finito per invadere le carreggiate o dove la presenza dei sacchi abbandonati crea un problema salute per la presenza sempre più massiccia di topi e un rischio per un’emulazione collettiva nel buttare di tutto per strada. Molte le segnalazioni: da Colli Albani a Piazza Re Di Roma.  Tronca avrebbe richiesto uno sforzo straordinario per la durata di tutta la settimana, a partire dalla fine dello sciopero, in programma oggi, dei lavoratori dell’azienda romana dei rifiuti, indetto dai sindacati. Con l’arrivo dell’estate il rischio è ancora più alto, mantenere pulite le strade e i cassonetti è la priorità assoluta.

(Foto da gruppi fb di quartiere Appio Tuscolano IX)

 
 
 
 

Share

Una risposta a Appio Tuscolano: “la grande Monnezza”

  1. Emilio De Luigi scrive:

    “Il rischio è alto perciò dobbiamo tenere pulite le strade” dice un commento! Ma che scherziamo? Le strade devono essere pulite, punto! Non perché sennò arrivano i topi, o gli scarfaggi o la puzza. I benefici della pulizia son impoirtantissimi, essenziali, fondamentali, ma son solo l’ effetto della pulizia, non la ragione della pulizia. La ragione della pulizia deve essere un principio di rispetto per se stessi e per gli altri cittadini, una espressione di dignità personale di fronte alla comunità. Non butto il sacchetto per la strada perché non sono un cialtrone, raccolgo un pacchetto vuoto di caramelle o di sigarette buttato per le scale che sto scendendo perché il disordine mi offende! E c’ è bisogno di dirle queste cose?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.