Videocittà a Roma, il cuore alla Dogana di San Lorenzo

VideocittaHa preso il via a Roma “Videocittà”, evento ideato da Francesco Rutelli, presidente dell’Anica, in corso di svolgimento in diversi luoghi della Capitale.

L’impostazione di “Videocittà” è del tutto originale ed ha un obiettivo ambizioso: far comprendere e contribuire a far crescere professioni, mestieri, opportunità imprenditoriali e di lavoro propri dei mondi creativi e produttivi, in profonda trasformazione a livello globale. Roma e l’Italia non possono rimanere indietro, dopo essere state per molti anni all’avanguardia.

Il programma di “Videocittà” è fatto di appuntamenti pensati lungo tre filoni principali: Video Factoryper incontrare e conoscere i protagonisti dei mestieri dell’audiovisivo e formarsi alle grandi novità in corso; Cinema 4.0 per indagare le nuove frontiere dell’immagine in movimento; Unconventional Cinema per andare oltre la visione tradizionale del piccolo o grande schermo.

Tutti gli eventi di sono a partecipazione gratuita, con l’eccezione delle manifestazioni legate a Youtube e ai Videogames, o agli eventi presentati in musei pubblici.

Video Factory sarà iI cuore pulsante dell’evento, la sua Intelligenza artigianale: un luogo per incontrare e conoscere i protagonisti dei mestieri dell’audiovisivo.

Per dieci giorni l’Ex Dogana dello Scalo di San Lorenzo offre un ingresso gratuito nelle tre zone attrezzate del Deposito Centrale, della Main Room, e della Cocktail Area per conoscere e confrontarsi con gli “artigiani dell’audiovideo”.

Protagonisti di questo capitolo di “Videocittà” sono i professionisti che rendono possibili le magie sui grandi e piccoli schermi – accompagnati da attrici, attori, registi e produttori che tutti conosciamo – a testimonianza di un rapporto inscindibile tra lavori visibili e invisibili, maestranze indispensabili alla realizzazione dei film. Professionalità che tutto il mondo ci invidia e premia regolarmente: l’Italia è al primo posto per gli Oscar al miglior film straniero e al quarto posto per numero di Oscar complessivi alle categorie in concorso.

Decine di appuntamenti, tra incontri e masterclass – della durata variabile da una a tre ore ciascuno – sono organizzati in collaborazione con l’Asc, Associazione Italiana Scenografi, Costumisti e Arredatori, con la Scuola Volonté, con Cartoon Italia, con Rai, Sky, VH1, Mtv, Paramount, con Canon Italia, e vedranno la partecipazione tanto dei professionisti del settore quanto delle star, nazionali ed internazionali, a testimoniare la passione per il cinema.

Video Factory non chiude i battenti il 28 ottobre ma continuerà lungo tutto l’anno scolastico andando – con i professionisti dell’Associazione Italiana Scenografi, Costumisti e Arredatori – nelle scuole romane a incontrare i giovani e a raccontare i Mestieri del Cinema per formare i protagonisti del domani.

Cinema 4.0 vuole esplorare le nuove frontiere dell’audiovisivo: da un festival del Videomapping,   anche in stereoscopia – a Piazza Navona, Piazza di Pietra e Piazza Sant’Agostino –  a esperienze di Realtà Virtuale nella zona mostre dell’Ex Dogana a San Lorenzo; da competizioni di Videogiochi nel mondo degli E-Sports (quasi olimpico) ad incontri con i più famosi Youtubers.

Vengono realizzate anche – a cura di Clara Tosi Pamphili e Damiana Leoni – sperimentazioni del sempre più fecondo intreccio tra i mondi del Cinema, della Moda e dell’Arte con i progetti di Gucci con Makinarium, di Fendi con un videomapping monumentale su Palazzo della Civiltà Italiana, evento di chiusura di “Videocittà” e, poi, di Bulgari insieme a Diane Pernet e al suo “A Shaded View of Fashion Film Festival” per arrivare alle ricerche di grandi video artisti come Shirin Neshat e Pierre Bismuth, in collaborazione con il MAXXI e, infine, appuntamenti di rilievo internazionale nelle Gallerie, nelle Fondazioni di Arte contemporanea e nelle Accademie della Capitale.

Cinema 4.0 terminerà domenica 28 ottobre con un video-mapping straordinario sulla facciata del Palazzo della Civiltà Italiana, all’Eur, realizzato da uno dei più importanti artisti del mondo digitale.

Unconventional Cinema vuole ampliare la tradizionale fruizione di Cinema e Televisione per coinvolgere il grande pubblico in momenti partecipativi: nel concorso internazionale per cortometraggi, The 48 hour film project; in una Caccia al Tesoro virtuale tra le proiezioni in programma nelle sale cinematografiche, entrambi organizzati con Rai Movie; in The living room candidate, dove verranno mostrate, in collaborazione con il Museum of Moving Image di New York, tutte le pubblicità televisive fatte dai candidati presidenziali Usa (vincitori e sconfitti) da Eisenhower ad oggi; nell’animazione, in partnership con Casa del Cinema, Teatro Palladium, Cartoon Italia e il Festival di Annecy, con il meglio della produzione di cinema di animazione e con aperitoons quotidiani.

L’intreccio fra Musica e Audiovisivo sarà celebrato con una serata speciale che premierà, presso gli Studios De Paolis, la carriera di Ennio Morricone e con una serie di eventi organizzati in collaborazione con Paramount, MTV e VH1, brand di Viacom Media Networks.

Non viene dimenticato il mondo della pubblicità con una maratona in una sala cinematografica e la proiezione dei migliori spot pubblicitari internazionali, organizzata assieme a Rai Pubblicità, all’Art Directors Club Italiano e in collaborazione con Cannes Lions International Festival. Ma anche una notte di proiezioni non-stop delle serie televisive Sky che troveranno spazio nei grandi multiplex.

Unconventional Cinema chiuderà domenica 28 ottobre con un Drive-In al Colosseo in partnership con Eni Enjoy.

“Videocittà” è un appuntamento internazionale. Si rivolge agli amanti del Cinema e alle giovani generazioni, per una vera e propria fertilizzazione del territorio, alla scoperta di nuovi talenti in tutti i segmenti di questa straordinaria filiera. Le sue caratteristiche principali sono: far comprendere (e contribuire a far crescere) professioni, mestieri, opportunità imprenditoriali e di lavoro propri di questi mondi creativi e produttivi. Mostrare le integrazioni tra cinema, audiovisivo e le nuove realtà dell’immagine in movimento. Un solo esempio: il formidabile rapporto tra Cinema e Moda, con le botteghe e i laboratori che fanno grandi questi due settori strettamente connessi, anche se non tutti lo sanno. Queste capacità eccezionali debbono rinnovarsi costantemente, oltre che venir tramandate a nuove generazioni. Perciò, tra incontri didattici e masterclass con il pubblico, visite guidate, attività di insegnamento in scuole e istituti superiori, “Videocittà” valorizzerà questo speciale artigianato – anche quello nascente – come il Costumista per videogiochi. Un premio speciale sarà dedicato ai mestieri del futuro.

Basato sulla forza trasformativa delle immagini in movimento, “Videocittà” punta dunque a far crescere l’attenzione della cittadinanza sull’importanza della filiera del Cinema e dell’audiovisivo, sui mestieri e le innovazioni tecnologiche che la rendono uno dei settori creativi, produttivi ed occupazionali più importanti per Roma e l’Italia.

La conclusione dei 10 giorni di “Videocittà” sarà un Drive-in ecosostenibile all’ombra del Colosseo, realizzato grazie a Eni, Main partner di Videocittà. Un progetto coordinato con Roma Capitale e la Soprintendenza per unire una volta di più e in modo innovativo la fruizione del grande Cinema e i luoghi straordinari della Città Eterna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*