All’ Appio si balla di buca in buca

1

In tutto il quartiere o meglio in tutta Roma i vigili presidiano le voragini che si sono aperte sull’asfalto per colpa prima della neve e ora della pioggia che cade incessante da ore. E le buche sono diventate voragini  creando inquietudine tra gli automobilisti costretti a vorticosi slalom per evitarle. Un quartiere nelle ore di punta paralizzato, code e automobilisti sempre più nervosi. Purtroppo il ghiaccio e la neve della scorsa settimana uniti a un asfalto troppo spesso di infima qualità, hanno pian piano sgretolato il manto stradale sotto il peso delle precipitazioni che da giorni interessano la Capitale. Un problema che ha colpito anche le grandi arterie del traffico cittadino, tanto da rendere necessario l’intervento della Polizia Locale. Decine i vigili schierati a “guardia” delle buche, 31 i “presidi su tutta la rete di grande viabilità”, per un totale di “1800 interventi complessivi”, rende noto il Campidoglio. Le situazioni più gravi si sono registrate nel primo tratto della Tangenziale Est, in direzione Tiburtina, sulle grandi arterie della Tuscolana e dell’ Appia, quest’ultima aggravata anche dalla caduta dei grandi pini che si sono abbattuti sulle macchine in sosta. Non va meglio nella zona di Piazza Tuscolo e nemmeno a Colli Albani e Piazza Ragusa. Piene di acqua e fango. Pericolosissime per chi ci finisce dentro con lo scooter o per chi ci rimette una gomma dell’auto magari provocando incidenti. Sono migliaia in tutta la zona e ovviamente in tutta la Capitale. Troppe, impossibile monitorarle tutte, nonostante i lavori promessi dal Comune guidato dalla sindaca Raggi.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*